TINTE DEL TRAMONTO di Ghiannis Ritsos

 

TINTE DEL TRAMONTO

Affollamento, – moto, tram, biciclette, autobus, ragazze –
cemento, ferro e stoffe di seta. Un cane piscia
sul palo a un incrocio. Una donna grida a qualcuno.

E’ l’ora in cui chiudono
le banche, i negozi, gli uffici. Il tramonto tinge
i visi di viola, d’arancione, rosa, azzurro
e uno solo d’oro; – scompare nell’ombra delle statue.

Un silenzio profondo sopraggiunge. Ogni cosa
calma e imponente allo stesso tempo, ti chiede un posto
in un angolo della poesia. Un vetro rotto,
gettato in un canto della via, riflette lo scarlatto del tramonto. Più tardi
una donna gettò dalla finestra a occidente un mazzo di fiori appassiti.
Due gocce d’acqua mi caddero sulla guancia –

Oh, mitigante frescura, munifica tristezza. Continuo.
In qualche sempre o in qualche luogo il 99 per cento è poesia.

 

poesia scelta da Sofia Giacometti

 

Lascia un commento