IO SONO PAGINA PER LA TUA PENNA di Marina Cvetaeva

IO SONO PAGINA PER LA TUA PENNA

Io sono pagina per la tua penna.
Ti accolgo tutto. Sono pagina bianca.
Io sono scrigno per la tua ricchezza:
so come apprezzarla e impreziosirla

Io sono campagna, terra fresca.
Tu mi investi – raggio o pioggerella.
Tu – Signore e Sovrano , e io –
umida zolla e pagina bianca!

 

poesia scelta da Diego Garlet, Lorenzo Gurrieri e Marina Sacchet 

 

 

Lascia un commento